Sud Chiama Nord, intesa con l'ex leghista Roberto Castelli in vista delle europee

Sud Chiama Nord, intesa con l'ex leghista Roberto Castelli in vista delle europee
Pubblicato:

Roma, 7 marzo 2024 - Da Taormina a Firenze, fino a Pontida. Dopo il patto federativo per la Toscancon il Movimento Centro, Cateno De Luca guarda ora "a Pontida" grazie all'intesa di Sud Chiama Nord con il Partito Popolare del Nord dell'ex Guardasigilli Roberto Castelli in vista delle europee dell'8 e 9 giugno 2024.

«Non sarà facile nelle mie regioni dire che siamo alleati di un partito siciliano - ammette l'ex esponente leghista nel corso della presentazione del'intesa alla Camera - ma ci proviamo, perché  l'idea è totalmente innovativa. De Luca, dal più profondo della Sicilia, dice cose sconvolgenti, cose che neppure noi della Lega osavamo proporre. Intravediamo un possibile cammino di tutte le regioni italiane e non potevamo che restare affascinati. Non potevamo rinunciare all'opportunità offerta dalle Europee per dire che un assetto diverso può essere una opportunità per il Paese».

«Oggi è il compleanno di Manzoni e con lui - aggiunge l'ex Guardasigilli - potremmo dire 'questo matrimonio s'ha da fare' e vissero felici e contenti». E «ai leghisti scontenti» chiede il voto, ribadisce, perché «due volte c'è parola Nord nel nostro simbolo. Gettate il cuore oltre l'ostacolo».

La disponibilità ad accettare altre candidature dal Nord c'è, perché, spiega De Luca, «Libertà» offre ad altri movimenti o soggetti autonomisti che dovrebbero raccogliere le firme per presentare le liste di «unirsi in questa sfida al centralismo di Roma e al centralismo di Bruxelles". Ma «no ai ladri di Pisa, ce ne sono abbastanza in circolazione», dice netto.

In quanto alla polemica sulle firme per le europee, De Luca, sottolinea che non c'è stato nessun favore da parte del Governo, ma che le firme non vanno raccolte «perché lo prevede la legge vigente».  «Questa leva, questa piccola leva che è Sud chiama Nord, che ha avuto forza di conquistare i requisiti dei grandi partiti, hanno tentato di levarla di mezzo a colpi lupara parlamentare - aggiunge - ma noi abbiamo conquistato sul campo ciò che la legge prevede. Il tiro poi è stato corretto al Senato, non siamo stati graziati, è stata ripristinata la legalità».

 

Archivio notizie
Maggio 2024
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031