San Valentino, la storia di Alessandra: i dolci, gli animali e tanto amore

San Valentino, la storia di Alessandra: i dolci, gli animali e tanto amore
Pubblicato:
Aggiornato:

San Valentino si avvicina e in occasione della settimana dell'Amore, non potevamo non raccontare la storia di un'imprenditrice con due grandi passioni: l'amore per i dolci e quello per gli animali. Alessandra ha messo piede per la prima volta nella pasticceria dei suoi genitori a 11 anni. «Avevo una gonna lunga, a balze rosse, una camicietta. Ero senza grembiule e diventai tutta bianca, per la farina. Questa è la prima immagine che ho di me stessa nella pasticceria Silvano e Valentino, che i miei decisero di aprire nel 1979.

«Ho trascorso tutti i pomeriggi lì, a stampare biscotti, aprire i gusci delle uova, fino a quando, a 15-16 anni anni, sono passata dietro al banco a servire i clienti. Allora le norme lo consentivano. Così è nata la mia grande passione, quella dei dolci». In casa non si parlava d'altro. La pasticceria era stata avviata da due cognati, Silvano e Valentino, il primo lo zio e il secondo il babbo di Alessandra. Un'attività che coinvolgeva tutta la famiglia e che la affascinava. «Mentre studiavo ragioneria, dedicavo il mio tempo libero alla pasticceria. Stavo dietro al banco il sabato, la domenica, per Pasqua. E mi divertivo. Mi sono sempre piaciute le cose buone, quindi, oltre ad aiutare, mangiavo i dolci».

Finite le superiori, Alessandra vuol dimostrare a se stessa di essere capace, anche da sola, indipendentemente dall'attività del babbo e della mamma. Lascia Firenze per Torino e inizia a lavorare nel settore dell'abbigliamento. Ma il richiamo dei dolci (e della famiglia) resta forte. «Tornavo il sabato sera a Firenze e la domenica la passavo ancora una volta dietro al banco, a vendere e mangiare dolcini, a servire clienti. Era l'occasione per coltivare la mia passione», racconta. Segue un'esperienza in Veneto, ma poi Alessandra, a 44 anni, decide di tornare definitivamente a Firenze. Rientra a lavorare in pasticceria, sta in la- boratorio dalle 4 alle 6.30 di mattina per imparare un po' come si fa a fare i dolci.

I genitori, vicini a compiere 70 anni, vogliono ritirarsi e comunicano ad Alessandra di voler vendere l'attività. Cosi, dopo circa sei mesi, decide di comprarla lei. «I miei erano contrari, non volevano facessi i sacrifici che hanno fatto loro. Questo è un lavoro che inizia alle 4 di mattina e finisce alle nove di sera. Ma la mia passione ha avuto la meglio per cui nel 2010 - spiega - ho rilevato l'attività dal babbo e lo zio, che erano in società, e la pasticceria diventa Silvano e Valentino di Alessandra». La pasticceria si ingrandisce, da 50 metri quadrati diventa di 350 più il laboratorio, i dipendenti passano da 5 agli attuali 19. Oggi, la pasticceria Silvano e Valentino è un punto di riferimento nella città, con un un'accogliente caffetteria che propone dolci di altissima qualità, ma non solo.

Persa la mamma nel 2018, poi il babbo, durante il Covid, è la passione per la sua pasticceria a farle affrontare questo periodo buio della sua vita. «Non è stato facile, ma io sono innamorata del mio lavoro, di mio marito, dei miei clienti, con i quali cerco di instaurare sempre un rapporto e non lo faccio per fare scontrini. Io credo che donare, dare amore, sia la cosa più bella. Così, anche se ogni mattina mi alzo alle 3.15, lo faccio con una gioia indescrivibile».

Durante il Covid è nata un'altra passione per Alessandra, quella verso gli animali. Insieme a suo marito, ritrovatisi soli in una grande casa, decidono di donare ancora amore. «Abbiamo una casa grande, quindi abbiamo accolto prima due cani maltrattati in un canile della Sicilia, che sono fratello e sorella, e poi dei gattini abbandonati per strada o che sono stati maltrattati. Da qualcuno, sono diventati 20», spiega. Grazie al suo amore e alla sua dedizione, riesce a far convivere armoniosamente la nutrita comunità di gatti e cani, offrendo loro tutto l'affetto e le cure di cui hanno bisogno. Un'esperienza che l'ha spinta a desiderare di fare ancora di più per gli animali in difficoltà. «Il mio sogno è quello di creare un rifugio per animali, dove possano trovare amore e cura». Per Alessandra, l'amore si manifesta infatti in tante forme diverse: nell'arte di creare dolci squisiti e nell'impegno quotidiano per proteggere e prendersi cura degli animali meno fortunati. Con il suo esempio, ci ricorda che l'amore può trasformare non solo le nostre vite, ma anche quelle degli altri, siano essi esseri umani o animali.

Archivio notizie
Maggio 2024
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031