Marco Stella (Forza Italia): «E’ il momento giusto per vincere a Firenze e conquistare la Toscana»

Marco Stella (Forza Italia): «E’ il momento giusto per vincere a Firenze e conquistare la Toscana»
Pubblicato:

Marco Stella è coordinatore toscano di Forza Italia e capogruppo del partito al Consiglio regionale della Toscana. Già nel 1996 si appassiona al percorso politico di Silvio Berlusconi e al movimento di Forza Italia. Nel 1999 viene eletto nel coordinamento comunale Giovani per le Libertà e diventa consigliere nel Quartiere 5 di Firenze. Ancora non si sa se si candiderà alle prossime elezioni amministrative per scegliere il nuovo sindaco di Firenze o se invece punterà alla regionali. Su questo non si sbilancia.

Per quanto riguarda la (possibile) candidatura di Eike Schmidt, risponde così: «Se dovesse essere Schmidt penso che nessuno ci possa accusare di averlo tirato fuori tardi, è da dicembre che ne parliamo. II dibattito tra Schmidt e il sindaco di Firenze, Dario Nardella, sembra tra due candidati, anche se lo dovessimo tirare fuori tra una decina di giorni, nessuno può dirci niente. Comunque, Forza Italia è estremamente convinta su Schmidt. È molto bravo, ha ragione lui: Nardella verrà ricordato per aver creato la città dei panini. È anche molto bravo nella schermaglia politica. A me piace tanto: è un uomo di numeri e questa città ne ha bisogno. Agli Uffizi è stato bravissimo, questo non significa che non sia per forza bravo a fare un altro mestiere, ad esempio il presidente Berlusconi è stato un grande imprenditore e un premier fantastico. Quella su Firenze è una bella partita, credo sia matura per giocarcela in termini di credibilità, la classe dirigente del centrodestra è cresciuta tanto in questi anni».

Sulla prossima sfida delle regionali, invece, cosa dice rispetto ad un partito che, purtroppo, a livello nazionale, ha perso il suo leader carismatico Silvio Berlusconi?
«Alle Politiche 2022, 18 mesi fa, abbiamo preso 74mila voti in più della coalizione di centrosinistra, ben quattro punti percentuali, e ci sono i margini per crescere ancora. Il sistema di potere Pd sta crollando. Sono certo che partendo dall'ottimo lavoro che stanno facendo tutti i consiglieri regionali di centrodestra, coinvolgendo la squadra di sindaci, consiglieri comunali e assessori comunali, tutti i nostri eletti e scegliendo il miglior candidato governatore, l'anno prossimo conquisteremo la Toscana».

Dopo aver conquistato Firenze?
«Siamo molto positivi rispetto a questa tornata di elezioni amministrative, in Toscana ma non solo. C'è grande voglia di cambiamento, nel nostro partito c'è un entusiasmo che non si registrava da tempo. Siamo a febbraio e abbiamo già il 50% della lista per le elezioni comunali di Firenze completata, con nomi importanti, radicati nel tessuto sociale, professionale e politico cittadino. Credo fermamente che questa possa essere la volta buona per il centrodestra anche a Firenze. Del resto amministriamo già in sette capoluoghi di provincia su dieci».

Su cosa verterà la campagna elettorale di Forza Italia?
«Su Firenze abbiamo lanciato l'iniziativa delle '50 idee per Firenze' raggruppate per aree tematiche: sicurezza, infrastrutture, mobilità, ambulanti, commercio, valori, turismo, sport, disabilità, animali. Delle 50 idee, 40 le mettiamo noi, ma dieci le chiediamo ai cittadini. La nostra campagna di ascolto durerà per le prossime settimane, sarà porta a porta. I candidati e il coordinamento staranno sul territorio, nei quartieri, nei mercati, per spiegare il nostro programma, e per raccogliere suggestioni e indicazioni dalla base, dai cittadini, da inserire nel programma. Noi siamo qui per ascoltare i cittadini. Sentiamo un grande entusiasmo intorno al nostro progetto, non è un caso che metà lista sia già pronta a quasi cinque mesi dal voto. La nostra ambizione è di essere il primo partito della coalizione, e conquistare Palazzo Vecchio: noi vogliamo vincere, smettiamo di dire che il centrodestra non è interessato alla vittoria, perché non è assolutamente così».

Uno dei temi caldi è quello della sicurezza...
«Sul tema della sicurezza, Forza Italia chiede vigili di quartiere e carabinieri in congedo nei parchi pubblici, di raddoppiare la videosorveglianza e l'illuminazione, la polizia municipale dedicata al controllo del parco delle Cascine e lo stop alle occupazioni abusive. Ma c’è anche il tema infrastrutture, sul quale, oltre allo "stop alla tramvia", proponiamo l'autostrada gratis nel tratto di Firenze, tra Nord e Sud per i residenti del capoluogo toscano e l'apertura della corsia preferenziale ai motorini».

Sulla mobilità?
«Stop al multificio e no alle zone 30 chilometri orari in città. Siamo inoltre per eliminare la Ztl estiva la sera e per una netta opposizione allo scudo verde. Forza Italia propone poi incentivi fiscali per le attività penalizzate dai cantieri della tramvia, l'abolizione della Tari per gli anziani soli e a basso reddito e la cancellazione della norma di Nardella contro le locazioni turistiche nel centro storico».

Archivio notizie
Maggio 2024
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031