Minori non accompagnati a Firenze: un' emergenza

Minori non accompagnati  a Firenze: un' emergenza
Pubblicato:

Di Francesco Samà

Un recente report del comune di Firenze ha lanciato un preoccupante allarme su di un tema che si riverbera nelle ormai ataviche problematiche della città ovvero sicurezza ed integrazione temi che inevitabilmente caratterizzeranno la prossima campagna elettorale . Sempre più minori non accompagnati arrivano nel nostro territorio, a Firenze nel mese di febbraio siamo  arrivati a quota 521. Numeri che rischiano di essere ingestibili, come più volte ha sottolineato Palazzo Vecchio, visto che le strutture non sono sufficienti e non sempre l’inclusione è semplice. Tanto più che molti di questi ragazzi si lasciano alle spalle situazioni familiari e sociali molto difficili.

Se non sono sufficientemente attenzionati  questi ragazzi rischiano di ritrovarsi in strada, facili prede di pericolosi percorsi che conducono inevitabilmente verso il crimine, ed infatti su 521 minori non accompagnati presenti nei centri della città nel mese di febbraio, sono stati 85 quelli che si sono macchiati di reati o di uso o consumo di sostanze stupefacenti. Sono invece 68 quelli che hanno commesso atti violenti.

E’ notizia di qualche giorno fa che centro di accoglienza per minori di Villamagna è stato chiuso dopo che alcuni ragazzi ospiti si erano resi protagonisti di episodi violenti che hanno messo a rischio la sicurezza di tutti .

Si sta parlando di ragazzi che hanno un età media di 17 anni e provengono da ogni parte del mondo . " Il Comune di Firenze, ha rilevato che nel mese di febbraio ci sono state 65 segnalazioni di minorenni che hanno riguardato quattro criticità: allontanamento dalla struttura, atti di violenza, reati e spaccio/consumo di sostanze stupefacenti.

E’ ovvio che i centri di accoglienza non bastano, uno dei problemi più rilevanti è quello riguardante il consumo e lo spaccio di stupefecenti a questo proposito palazzo Vecchio «sta valutando un rinforzo specialistico aggiuntivo» con specialisti dell’Asl. Il comune tuttavia da solo  può fare poco è necessario, come ha chiesto la Candidata Sindaca di Firenze ed attuale assessora al Welfare Sara Funaro, un tavolo permanente tra Comune, Regione,ASl , Sert, Questura, Tribunale dei Minorenni , per affrontare questa problematica. Dice infatti l’Assessora :«La situazione dei minori non accompagnati è insostenibile e abbiamo difficoltà a dare accoglienza perché mancano le strutture: è fondamentale una distribuzione diffusa su tutto il territorio della regione, perché non si può pensare che Firenze abbia la concentrazione più alta della Toscana con oltre la metà dei minori stranieri non accompagnati».

Un stretta collaborazione istituzionale finalizzata  quindi  oltre all'inserimento ed alla inclusione , anche nell’ottenere una  redistribuzione dei minori non accompagnati, perché non è possibile pensare ad una rieducazione ed un inserimento sociale con questi numeri tutti concentrati solo nella città di Firenze: “È diverso tempo che chiediamo al governo risposte, ma non ne abbiamo avute”.

 

 

Archivio notizie
Maggio 2024
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031